Bellavista

Ebrusco

La storia della famiglia Moretti si intreccia a quella di Erbusco e della Franciacorta, tanto che antichi carteggi testimoniano la presenza in zona nel 1400. Nel 1977 Vittorio Moretti decide di dedicarsi al mondo del vino. Avvia l’azienda e costruisce la casa in cui vivere in località Bellavista. Un luogo bellissimo, come si intuisce dal nome, che si dimostra anche vocato alla viticoltura. Il primo anno vengono prodotti solo vini fermi, il secondo poche bottiglie di Metodo Classico, da bere con gli amici, il terzo l’ingranaggio può dirsi avviato. La stella Bellavista comincia a brillare. Arriva la definizione di un proprio gusto e l’organizzazione di una cantina che di lì a poco fa scuola, diventando una delle realtà più importanti della spumantistica italiana e internazionale. Oggi il marchio Bellavista è sinonimo di eleganza e finezza. Ogni bottiglia racconta la storia della cantina, il territorio che l’accoglie e lo stile che la distingue.

UNA FAMIGLIA, UN TERRITORIO, L’INTUIZIONE CHE DIVENTA STORIA

Passeggiare le vigne e scoprirsi in un luogo unico, capace di trasmettere carattere e originalità

Bellavista è il nome della collina su cui sorge l’azienda. Da qui lo sguardo si perde verso il Lago d’Iseo, la Pianura Padana e le vicine Alpi.

Dalla penultima glaciazione ha preso vita l’anfiteatro collinare morenico che dalle propaggini delle Prealpi Lombarde lambisce le due sponde del lago, estendendosi fino alla dorsale del Monte Orfano, baluardo contro le nebbie padane. Una riserva di luce, acqua ed energia che rende unica l’espressione della viticoltura che qui ha trovato la sua felice collocazione. Il clima è di tipo mediterraneo – sub alpino, mite e ventilato.

Le vigne sono state messe insieme nel tempo, pezzetto dopo pezzetto, fino a raggiungere i quasi 200 ettari di oggi. Un mosaico incredibile fatto di oltre 100 appezzamenti distinti su 10 comuni, capaci di regalare variazioni geologiche e climatiche cui attingere in maniera sartoriale.  Nelle tenute di proprietà, i tipi di suoli sono addirittura 64, in rappresentanza di tutte e 6 le unità di paesaggio della Franciacorta. Un vero e proprio patrimonio di biodiversità.

 Lo stile Bellavista è forgiato da espressioni di finezza, equilibrio ed eleganza

Rispetto delle tradizioni e sguardo proiettato nel futuro. La filosofia Bellavista è fatta di precisione maniacale, semplicità, ossessiva ricerca del bello e del buono. Ogni dettaglio è seguito con cura e ogni gesto, anche il più piccolo, è considerato determinante.

Natura e uomo vanno a braccetto, tanto in vigna quanto in cantina. La vendemmia è fatta a mano, l’utilizzo di presse tradizionali garantisce una spremitura delle uve delicata e un particolare frazionamento dei mosti. A primavera, quando si creano le cuvée, Bellavista dispone di un patrimonio straordinario di circa cento selezioni di vini base, parte delle quali fermentate in piccole botti di rovere. È questo il momento in cui si crea l’alchimia, il passo decisivo prima della lunga attesa in bottiglia, conclusa da remuage manuali.

L’eccellenza è un obiettivo da perseguire nel quotidiano, un metodo per raggiungere le espressioni di finezza, equilibrio ed eleganza che forgiano lo stile Bellavista.

Passeggiare le vigne e scoprirsi in un luogo unico, capace di trasmettere carattere e originalità

 Bellavista è il nome della collina su cui sorge l’azienda. Da qui lo sguardo si perde verso il Lago d’Iseo, la Pianura Padana e le vicine Alpi.

Dalla penultima glaciazione ha preso vita l’anfiteatro collinare morenico che dalle propaggini delle Prealpi Lombarde lambisce le due sponde del lago, estendendosi fino alla dorsale del Monte Orfano, baluardo contro le nebbie padane. Una riserva di luce, acqua ed energia che rende unica l’espressione della viticoltura che qui ha trovato la sua felice collocazione. Il clima è di tipo mediterraneo – sub alpino, mite e ventilato.

Le vigne sono state messe insieme nel tempo, pezzetto dopo pezzetto, fino a raggiungere i quasi 200 ettari di oggi. Un mosaico incredibile fatto di oltre 100 appezzamenti distinti su 10 comuni, capaci di regalare variazioni geologiche e climatiche cui attingere in maniera sartoriale.  Nelle tenute di proprietà, i tipi di suoli sono addirittura 64, in rappresentanza di tutte e 6 le unità di paesaggio della Franciacorta. Un vero e proprio patrimonio di biodiversità.

Lo stile Bellavista è forgiato da espressioni di finezza, equilibrio ed eleganza

Rispetto delle tradizioni e sguardo proiettato nel futuro. La filosofia Bellavista è fatta di precisione maniacale, semplicità, ossessiva ricerca del bello e del buono. Ogni dettaglio è seguito con cura e ogni gesto, anche il più piccolo, è considerato determinante.

 Natura e uomo vanno a braccetto, tanto in vigna quanto in cantina. La vendemmia è fatta a mano, l’utilizzo di presse tradizionali garantisce una spremitura delle uve delicata e un particolare frazionamento dei mosti. A primavera, quando si creano le cuvée, Bellavista dispone di un patrimonio straordinario di circa cento selezioni di vini base, parte delle quali fermentate in piccole botti di rovere. È questo il momento in cui si crea l’alchimia, il passo decisivo prima della lunga attesa in bottiglia, conclusa da remuage manuali.

L’eccellenza è un obiettivo da perseguire nel quotidiano, un metodo per raggiungere le espressioni di finezza, equilibrio ed eleganza che forgiano lo stile Bellavista

Contatti
Via Bellavista 5 – 25030 Erbusco (BS) Italy
Tel: +39 030 7762000
Menu